Cari Colleghi,

qui di seguito una specifica del nostro CSN sull'argomento di GIUSTIZIA E MEDIAZIONE, in riferimento al Decreto Legge N. 18 Pubblicato sulla G.U. N. 60 del 17/3/2020 (v. allegato).

 

 

________

 

E’ stato pubblicato il Decreto Legge 17 marzo 2020, n. 18 in materia di emergenza epidemiologica da COVID-19 (Gazzetta Ufficiale del 17 marzo 2020, Serie generale n. 70) entrato in vigore nella stessa data. Il commento sottostante è riferito all'art. 83 dello stesso. 

 

Dal 9 marzo 2020 al 15 aprile 2020 le udienze dei procedimenti civili e penali pendenti presso tutti gli uffici giudiziari sono rinviate d’ufficio a data successiva al 15 aprile 2020. In materia di giustizia civile, per lo stesso periodo è sospeso il decorso dei termini per il compimento di qualsiasi atto. Si intendono pertanto i termini stabiliti per l’adozione di provvedimenti giudiziari e per il deposito della loro motivazione. Oltre alle cause in essere, sono sospesi anche i termini per la proposizione degli atti introduttivi dei nuovi giudizi e dei procedimenti esecutivi, per le impugnazioni e, in genere, tutti i termini procedurali. Si ritiene, pertanto, che siano sospesi i termini per le impugnazioni delle delibere assembleariopposizione ai decreti ingiuntivi, proposizione di appello o ricorso per Cassazione. Ove il decorso del termine abbia inizio durante il periodo di sospensione, l’inizio stesso è differito alla fine di detto periodo.

 

Sono altresì sospesi i termini per lo svolgimento di qualunque attività nei procedimenti di mediazione ai sensi del decreto legislativo 4 marzo 2010, n. 28, nei procedimenti di negoziazione assistita ai sensi del decreto-legge 12 settembre 2014, n. 132, convertito, con modificazioni,dalla legge 10 novembre 2014, n. 162, nonché in tutti i procedimenti di risoluzione stragiudiziale delle controversie regolati dalle disposizioni vigenti, quando i predetti procedimenti siano stati promossi entro il 9 marzo 2020 e quando costituiscono condizione di procedibilità della domanda giudiziale. Sono conseguentemente sospesi i termini di durata massima dei medesimi procedimenti.

 

 

A cura del Centro Studi Nazionale ANACI