L’Associazione Nazionale Amministratori Condominiali e Immobiliari, i consiglieri nazionali e i dirigenti tutti presenti a  Bolzano esprimono il più sentito cordoglio e vicinanza alla famiglia di Maurizio Bonini Monini scomparso alla giovane età di 33 anni lasciando la moglie e due bambine di 5 e 8 anni. Il rappresentante di ANACI, segretario per la provincia di Perugia, avrebbe dovuto ritirare il Premio Giacalone, istituito dallassociazione per i giovani meritevoli e che più si sono distinti nel corso dell’anno, in occasione del Consiglio Nazionale tenutosi a Bolzano.

Siamo profondamente addolorati per questa tragica vicenda – commenta il presidente nazionale Francesco Burrelli – siamo vicini ai familiari di Maurizio, unottima persona e un professionista stimato come attesta il premio che si era guadagnato con la forza e la determinazione che possedeva da sempre. Maurizio era innamorato del suo lavoro ed orgoglioso di far parte di ANACI, dove sicuramente avrebbe raggiunto le più alte cariche, visto il suo impegno e determinazione.

Questa è la notizia peggiore che potesse arrivare in una giornata che avrebbe dovuto essere di festa e si è purtroppo trasformata in un momento di dolore.  ANACI è una famiglia che sa condividere anche i momenti più difficili e resterà sempre vicino ai cari di Maurizio. La sua scomparsa lascia tutti esterrefatti, non solo noi riuniti allassemblea di Bolzano. Sono parole di sofferenza che mai avremmo voluto pronunciare”, conclude il presidente Burrelli.