Smart Building Expo, dopo un anno di fermo, ha una nuova data: la manifestazione dedicata
all’integrazione tecnologica sarà posticipata infatti solo di una settimana e si svolgerà dal 23
al 25 novembre 2021, in contemporanea con Sicurezza.
La formula espositiva è la stessa testata per le edizioni precedenti, strutturata appositamente
per mettere in comunicazione produttori e buyer al fine di monitorare il mercato tecnologico
in costante cambiamento.
Ma che cos’è davvero Smart Building Expo?
Prima di tutto è un punto di riferimento fieristico per il mondo del futuro: le infrastrutture
digitali, l’Internet of Things, le telecomunicazioni, la domotica, l’efficientamento energetico,
le applicazioni video. Tutto questo viaggia in concomitanza con il settore security, ed ecco
che Sicurezza, evento leader in Europa nel suo mercato, trova un perfetto completamento
all’interno di questa fiera.
I numeri dell’ultima edizione, quella del 2019, sono stati molto soddisfacenti: 619 espositori
internazionali, una crescita di oltre il 30% rispetto all’edizione di lancio. Ma soprattutto, ciò
che ha davvero fatto la differenza, è stata l’unione di operatori di telecomunicazioni globali e
aziende e start up del più rappresentativo Made in Italy hi-tech presente.
E i visitatori infatti non sono mancati: ben 28.629.
Così ha dichiarato Luca Baldin, Project Manager di Smart Building Expo: “Il successo di
SMART BUILDING EXPO 2019 è testimoniato anche, e in maniera significativa, dal
completamento della filiera. Per la prima volta, infatti, si sono avvicinati alla manifestazione
i Big Player delle telecomunicazioni. Un arricchimento importante, perché parlare oggi di
Smart City e di Smart Building risulta impossibile senza includere come precondizione
irrinunciabile una connettività di qualità e capillarmente diffusa”.
E la nuova edizione 2021?
A novembre SMART BUILDING EXPO ospiterà la seconda Milano Smart City
Conference. Ci si focalizzerà sul tema fondamentale del rapporto tra costruito e ambiente
urbano.
Un tema estremamente attuale tenendo conto dei benefit fiscali erogati dal Governo per
accelerare il processo di rigenerazione urbana. Stiamo parlando del Superbonus 110% e della
strategia europea di investimento nel medio periodo, nota come Green New Deal.
La Milano Smart City Conference 2021, quindi, cercherà di coniugare il processo di
rinnovamento edilizio con le esigenze di “intelligenza”, “sostenibilità” e “resilienza” della
moderna smart city.

Indubbiamente tutti spunti per interessanti dibattiti, nuove prospettive e occasioni virtuose di
confronti costruttivi.

 

ALLEGATI: