È il bene primario per eccellenza. Quello senza la cui presenza la vita non sarebbe possibile, eppure lo gestiamo ancora con tecnologie di 100 anni fa; è tempo di progredire anche nella gestione dell'acqua, grazie alle reti idriche intelligenti.

Apri il rubinetto, ed eccola lì, pronta, "pulita" e quasi a costo zero. Ma ti sei mai chiesto com’è arrivata quell'acqua a casa tua?

Far arrivare l'acqua con cui ti sei appena lavato le mani fino alla tua abitazione è il risultato di un’opera di ingegneria immane. Chilometri e chilometri di tubazioni, sistemi di pompaggio e condotte. Un sistema che, come tutti quelli che funzionano bene, non è mai stato innovato ma solamente riparato, esteso e sottoposto a manutenzione.

Le nuove esigenze di risparmio energetico ed idrico e le nuove tecnologie già inserite con successo in molti altri settori impongono un salto di qualità.

L'obiettivo del futuro è quello di convertire le città tradizionali in "smart city". Una parte fondamentale di questa rivoluzione arriverà dalla capacità di gestire in maniera efficace e tempestiva l'approvvigionamento e gestione delle reti idriche.

Acqua 2.0 e reti idriche intelligenti

Nuove tecnologie e nuovi sistemi di controllo sono ormai la normalità, grazie alle funzionalità innovative apportate dai sistemi IoT (Internet of Things, Internet delle cose). Sensori intelligenti e soluzioni tecnologiche che permettono il controllo continuo e la segnalazione immediata di eventuali problemi, sono ormai standard in molti settori.

In quello delle reti idriche intelligenti, queste tecnologie permetterebbero l'individuazione immediata di un problema e la sua soluzione mirata, in poco tempo e con il minimo disagio possibile.

Quali sono le tecnologie a disposizione per le reti idriche intelligenti?

Videosorveglianza, intelligenza artificiale, acquisizione informazioni in tempo reale e condivisione delle stesse.

Videosorveglianza per le reti idriche intelligenti

La goccia d'acqua che esce dal rubinetto di casa ha fatto tantissima strada dalla sorgente da cui è sgorgata. Oltre a tanti chilometri sottoterra è passata anche da bacini di accumulo e gestione, moduli di filtraggio, stazioni di depurazione e sistemi di pompaggio.

Una "marea" di strutture che non possono essere sorvegliate e controllate 24 ore al giorno, 7 giorni su 7. Ecco perché un sistema di videosorveglianza remota è una delle prime funzionalità nell'implementazione di reti idriche intelligenti. Avere soluzioni a distanza per il controllo e la supervisione permette di ottimizzare le risorse umane a disposizione, facendole entrare in azione solamente dove serve e quando serve. La rete idrica non è solo il tubo che passa nella città, nel comune o nella via di casa, ma anche una struttura in cui spesso le strutture nevralgiche della stessa sono situate in luoghi lontani e difficili da raggiungere.

Intelligenza artificiale per le reti idriche intelligenti:

L'implementazione di sensori e sistemi connessi sulla rete idrica permetterà di conoscere in tempo reale lo stato della stessa. Controlli di pressione e di portata consentiranno di conoscere i consumi in tempo reale di una particolare zona, permettendo a sistemi evoluti di intelligenza artificiale di effettuare correzioni alle portate, aprire o chiudere sistemi di bypass e di accumulo e "capire" immediatamente quando c'è un problema, sapendo esattamente il punto in cui intervenire.

Oltre ad un controllo "riparatorio" l'intelligenza artificiale, se collegata a sistemi di filtraggio ed analisi permetterà immediatamente di effettuare correzioni e trovare soluzioni in tempo reale ad inquinamenti e contaminazioni.

Condivisione dei dati

Si possono avere tutti i dati del mondo, ma se non si sa come elaborarli e condividerli gli stessi serviranno a poco. Avere reti idriche intelligenti permetterà di conoscere la situazione tra le varie parti della rete riducendo i tempi di risposta ed aumentando al cooperazione tra le varie funzioni, con lo scopo di gestire al meglio l'approvvigionamento idrico ed il servizio al cliente.

Vantaggi delle reti idriche intelligenti

Una tecnologia che funziona veramente bene è quella che non è invasiva, ma monitora la situazione ed interviene solo quando è necessario, in maniera tempestiva e chirurgica.

Tutto questo è possibile implementando le reti idriche intelligenti

Queste strutture connesse ed integrate permetteranno un risparmio idrico notevole, andando a ridurre le perdite dovute a malfunzionamenti e rotture. Inoltre, consentiranno un risparmio in bolletta per il privato cittadino ed una riduzione dello spreco, tema assolutamente fondamentale in un mondo che si sta popolando sempre di più e che, fino ad oggi, ha trattato le risorse naturali come se fossero infinite e garantite.

Gli investimenti necessari per questa ottimizzazione sono recuperabili in tempi brevi, con immediati vantaggi dal punto di vista della qualità dell'acqua che entra nelle nostre case e conseguentemente nella nostra alimentazione.

I vantaggi delle reti idriche intelligenti non vanno ad influenzare solo la rete pubblica, ma possono aiutarci anche nella quotidianità, grazie all'applicazione di parti di questa tecnologia nel nostro appartamento, casa e condominio. Queste innovazioni, unite a buone pratiche che dovrebbero ormai rappresentare la normalità, possono infatti apportare importanti vantaggi anche al privato ed alla mini comunità rappresentata dal microcosmo condominiale. 

 

Gestione dell'acqua nel condominio

L'acqua pubblica e la relativa rete di distribuzione diventa privata nel momento in cui la stessa attraversa il nostro contatore di casa. Da quel punto ogni goccia d'acqua ha un proprietario che risponde del suo uso, anche a livello economico.

Ecco quindi che il proprietario di un immobile, ma anche l'amministratore di condominio, devono prestare attenzione agli sprechi ed alle implementazioni tecnologiche create per ridurli.

Ad esempio facendo attenzione alla classe energetica degli elettrodomestici. Come per la parte elettrica, anche il consumo idrico viene monitorato e giudicato tramite una classificazione. Scegliere un elettrodomestico a basso consumo apporterà grandi risparmi. Risparmi ripetuti nel tempo, visto che per un elettrodomestico medio si prevede un periodo di utilizzo di almeno 10 anni. Oltre al risparmio sul consumo degli elettrodomestici si può lavorare anche sulla riduzione del consumo diretto, utilizzando aeratori (frangi getto) e riduttori di flusso per quanto riguarda i rubinetti e lo scarico del wc.

Per quello che riguarda la qualità dell'acqua una buona soluzione, sia a livello di singola abitazione che di condominio, è quella degli addolcitori con filtro. Sistemi che andando anche a ridurre il calcare allungano notevolmente la vita degli elettrodomestici e delle caldaie di riscaldamento.

Oltre a queste soluzioni di buon senso, anche per la casa ed il condominio esistono accortezze derivate dalle reti idriche intelligenti.

Esistono infatti contatori dell'acqua di nuova generazione che permettono di monitorare, anche da remoto, i consumi di acqua. Gli stessi possono poi essere interfacciati con sistemi di intelligenza artificiale. Soluzioni tecnologiche che analizzando lo storico d'uso, possono avvertire immediatamente in caso di picchi di consumo possibili indicatori di una rottura o perdita d'acqua.

 

ALLEGATI: