La gestione smart dei rifiuti è un imperativo categorico con cui tutti dobbiamo confrontarci ogni giorno, se vogliamo tutelare l'ambiente in cui viviamo e garantire un Mondo migliore alle generazioni future. Ecco i progetti che potrebbero rivoluzionare l'approccio sul tema dei rifiuti urbani.

Il tema della gestione dei rifiuti oggi giorno è molto complesso. Infatti, bisogna mettere in campo tutte le strategie possibili, affinché si possano generare dei modi innovativi e virtuosi per gestire in maniera intelligente il ciclo dei rifiuti. Sia nel corso dell'emergenza sanitaria, ma anche nella direzione quotidiana degli spazi e delle infrastrutture dei condomini, nella fornitura dei servizi cittadini, il coordinamento di un rivoluzionario metodo di gestione dei rifiuti è prioritario.


Già qualche tempo fa, ANACI ha sottolineato la necessità di proporre una strategia completamente nuova per cercare di rendere la gestione dei rifiuti nelle Smart city sempre più a misura d'uomo. Il tema del corretto smaltimento dei rifiuti è molto complesso, però lavorando in sinergia con le pubbliche amministrazioni e con le società specializzate in questo ambito, riusciremo insieme a mettere in campo ogni possibile azione volta alla tutela dell'ambiente.

Gestire i rifiuti in modo intelligente grazie alle nuove tecnologie
È possibile pensare di trovare nella tecnologia un alleato nella gestione dei rifiuti nei condomini e, più in grande, nelle realtà urbane lombarde ma non solo. La sostenibilità ambientale del lungo periodo, con l'utilizzo delle nuove tecnologie può essere sicuramente molto più semplice.

L'obiettivo è garantire una differenziazione dei rifiuti sempre maggiore cercando di andare ad aumentare il quantitativo di materiale da recuperare, destinando così sempre un minor numero di rifiuti allo smaltimento nelle discariche. Dobbiamo puntare al potenziamento dell'economia circolare.

Alcuni esempi di gestione sostenibile dei rifiuti con l'aiuto delle nuove tecnologie
Vi sono alcuni interessanti esempi sul connubio virtuoso tra tecnologie e gestione intelligente dei rifiuti urbani. Sono numerosi,a infatti, gli Enti e le associazioni che hanno deciso di mettere in campo, proprio come ANACI Lombardia, un'attività di sensibilizzazione in tal senso e dei meccanismi di gestione sostenibile dei rifiuti.

Vale la pena citare sono alcuni esempi che provengono da Comuni di tutta Italia. Tra i migliori progetti:

L'utilizzo dei cassonetti intelligenti;
Lo Smart Waste;
Junker;
Incentivi ai cittadini virtuosi;
Videosorveglianza;
Lo Smart bin.

L'utilizzo dei cassonetti intelligenti è il primo passo per una gestione smart e sostenibile dei rifiuti. Infatti, parliamo di cassoni con una serratura elettronica: l'utente può andare a conferire con un preciso sistema di identificazione. Vengono videosorvegliati 24 ore al giorno ed i cittadini fanno la raccolta differenziata ottimizzando al meglio anche i tempi.

Poi vi è il peculiare progetto Smart Waste. Lo Smart Waste è un esempio di gestione intelligente dei rifiuti presente in alcuni Comuni italiani. È un programma che nasce con la Direttiva 2008/98/CE che punta alla realizzazione di Smart city. Con questo sistema l'accesso ai contenitori dei rifiuti avviene identificando l'utente con le applicazioni Smartphone e con la tessera sanitaria. Si controlla il comportamento dei cittadini e anche qual è il quantitativo di raccolta differenziata fatta.

Junker è un'applicazione con cui, inquadrando il codice a barre stampato sull'imballaggio del prodotto, si riceve indicazione su dove buttarlo e quindi anche dove andrà nella raccolta differenziata del vostro Comune.

Altri due progetti importanti nell'ottica della gestione smart dei rifiuti sono la videosorveglianza e i bonus per i virtuosi. La videosorveglianza funziona sempre in alcuni comuni lombardi attivamente come quello di Pavia, ma non solo, per garantire una sorta di verifica su eventuali abusi. Da non sottovalutare anche l'importanza dell'erogazione di incentivi ai cittadini virtuosi: il sistema di identificazione prevede, in alcuni comuni del territorio, anche dei bonus per coloro che fanno la raccolta differenziata in maniera corretta. Anche in questo caso, la Regione Lombardia si è fatta promotrice di questa pratica, erogando dei fondi alle province virtuose che a loro volta hanno promosso la raccolta differenziata!

Smart bin e la gestione intelligente dei rifiuti in Regione Lombardia
Uno dei migliori progetti attivi in Lombardia che prevede di mettere in campo la gestione dei rifiuti in maniera innovativa ed aiuta a sostenere l'ambiente e l'economia circolare è Smart Bin.

Il sistema rivoluzionario è stato lanciato da Enea, ovvero l'Agenzia Nazionale per le nuove tecnologie l'energia e lo sviluppo economico sostenibile. Ad oggi si trova in molte città lombarde come ad esempio, Mantova. Funziona come una sorta di macchinetta “mangia rifiuti” come nel caso dei RAEE e che va poi ad erogare dei buoni da spendere nei negozi del territorio dove è installato il dispositivo. Inoltre, proprio sulla scia di questo particolare tipo di sistema, vi è anche un progetto fatto sullo stesso genere dello Smart Bin di concerto con Pampers, insieme alla Regione Lombardia.

La società per i prodotti per la persona, ha diffuso un particolare tipo di Smart bin specifico per i suoi prodotti con lo scopo di sostenere un riciclo utile e dar vita a nuovi prodotti di uso quotidiano da inserire nell' economia circolare.

L'importanza della sostenibilità ambientale e gestione intelligente dei rifiuti in un condominio
Ad oggi, in Lombardia i dati sono positivi per quanto concerne la raccolta differenziata, come si evince dal rapporto di Legambiente. Eppure, vi è ancora qualche neo: il dato negativo di RD proveniente dai palazzi e dai condomini italiani.

Il 75% della popolazione italiana, infatti vive nei palazzi. Quindi, cercare di applicare la gestione intelligente dei rifiuti anche in un condominio, talvolta può diventare molto più difficile di quello che si pensi. Ecco perché il consiglio è sempre quello di fare attenzione a portare le buone pratiche in questi tipi particolari di contesti. Infatti, l'obiettivo è cercare di mettere in campo tali pratiche virtuose all'interno delle aree condominiali, in modo tale da andare a responsabilizzare tutte le famiglie nei confronti delle generazioni future e dell'intera comunità.

Ecco perché nel 2019 ANACI ha messo in campo “Condominio Social Smart”. Questo progetto intende mettere in campo una riqualificazione edilizia ed urbana volta a contribuire proprio ad una serie di interventi che hanno, quale scopo, quello di ridurre le emissioni di CO2 e il consumo di energia primaria. Attraverso il piano di azione per l'energia sostenibile PAES, redatto dalle amministrazioni locali, si cerca di concretizzare tutte le azioni di pertinenza dei condomini per riuscire ad abbassare le emissioni e ridurre l'inquinamento. Questo discorso non può prescindere da una gestione smart dei rifiuti.

La responsabilità sociale dei condomini nella gestione dei rifiuti
L'obiettivo del Progetto Nazionale di ANACI, Condominio Social Smart, ma anche in linea generale, l'idea della nostra società di sostenere la gestione dei rifiuti intelligenti, è garantire la tutela dell'ambiente. Unire l'efficientamento energetico ad un sistema di raccolta virtuosa dei rifiuti, significa sensibilizzare sulla funzione sociale di un condominio e di tutti i suoi abitanti.

Bisogna cercare di fare il possibile affinché aumentino ancora i dati della raccolta differenziata nei condomini ma soprattutto, affinché sia promosso il riciclo utile e ogni tipo di progetto di innovazione sostenibile!

Del resto la sostenibilità ambientale rappresenta la nuova sfida del nostro tempo e non smetteremo mai di sensibilizzare in tal senso: un modello di sviluppo del territorio anche in termini abitativi, è possibile soltanto se rispetta l'ambiente.

 

ALLEGATI: